Crisi di governo, noi in difesa dei cittadini, ora uniti con Conte

Crisi di governo, noi in difesa dei cittadini, ora uniti con Conte

Ieri il M5S non poteva che continuare sulla linea della coerenza con quello che è stato il voto della scorsa settimana. Avevamo presentato al presidente Draghi nove punti che chiedevano un impegno concreto del governo e che riguardano da vicino i cittadini, le famiglie, le imprese italiane. Ci aspettavamo per loro delle risposte chiare, precise, puntuali.
Risposte che, purtroppo, non sono arrivate.
Anzi è emersa la volontà, del premier e del centrodestra, di mettere il M5S fuori dalla maggioranza, nonostante in questi diciassette mesi abbiamo sempre dimostrato responsabilità e lealtà.
Registriamo che chi ci ha accusati di irresponsabilità ed inaffidabilità nei giorni scorsi, Lega e FI, ieri hanno deciso di non votare la fiducia, non partecipando al voto.
Il M5S, ha deciso di essere presente non votante, proprio per dimostrare che per il Paese c’è e ci sarà, ma non poteva esserci per il presidente Draghi che, non rispondendo ai nostri nove punti, ha deciso di non affrontare subito i problemi reali dei cittadini.
Ne prendiamo atto, e guardiamo avanti, compatti insieme a Giuseppe Conte”.